Come scoprire se si è gay.

incontri online
incontri online

baci gay

Per comprendere il proprio orientamento sessuale, le proprie preferenze in materia relazionale e copulatoria, non esistono test, manuali, consigli o test che siano in grado di offrire risposte attendibili.
Ogni persona è diversa dall’altra, le sue esperienze sono uniche come le sue aspettative e motivazioni.

Per comprendere se si è gay non c’è nulla di più adeguato di un esame, anche rapido, delle proprie inclinazioni. Non importa la profondità dell’indagine o l’esattezza delle interpretazioni che possiamo dare dei risultati ottenuti. Lasciamo stare la psicoanalisi e tutti i coach e personal trainer dispensatori di autorevoli consigli. Il migliore coach per noi stessi siamo noi stessi.
Ciò che fa la differenza, nel nostro esame, nel capire se siamo gay o non lo siamo, è la sincerità delle risposte che diamo a noi stessi, non l’interpretazione che diamo a queste risposte.
Ciò che vediamo e proviamo è già di per sé in grado di dirci tutto di noi.

Vediamo ora alcuni comportamenti che potrebbero essere indice di un orientamento sessuale gay, elenco che comunque ha un valore puramente statistico. Per ciascuno di noi, ogni atteggiamento qui elencato potrebbe avere un valore diverso, e rappresentare una cosa come il suo opposto.

Se ti accadono queste cose, non sei gay, ma se ti sono successe, qualora ti scoprissi gay, non ti stupiresti di esserlo.

  • Avere avuto o avere ancora un amico del cuore dello stesso sesso, con cui si desiderava condividere ogni cosa, da cui ci si allontanava con fatica, e per il quale si nutriva un forte desiderio di possesso e di gelosia nei confronti delle altre persone, potrebbe essere un indicatore di una tendenza omosessuale ancora in erba, e non ammessa a se stessi.
  • Avere un particolare interesse per i corpi maschili, soprattutto nudi, e delle loro parti intime.
    Accorgersi, a tutte le età, di subire maggiormente il fascino degli uomini rispetto a quello esercitato della donne.
  • Avere avuto nell’adolescenza, o in tempi successivi, un’esperienza gay, anche se non necessariamente prolungata nel tempo ma solo confinata alla singola occasione e che non ha condotto a un vero rapporto sessuale.
  • Desiderare o fantasticare di avere un rapporto sessuale con un uomo.
  • Guardare film e filmati amatoriali porno gay con frequenza.
  • Frequentare baffogay, siti porno, forum, chat, blog inerenti tematiche gay anche soltanto per curiosità.
  • Intrattenersi in sedute di masturbazione su Skype con uomini, anche se soltanto per curiosità.
  • Provare piacere nel sentire commenti positivi, da parte di uomini, relativi alle proprie caratteristiche fisiche e personologiche.
  • Ricercare l’approvazione da parte del sesso maschile.
  • Mostrare di apprezzare l’eventuale corteggiamento da parte di uomini gay, accettando anche velatamente il gioco proposto.
  • Proporre alla propria compagna di inserire nel loro manage sessuale un uomo, magari ispirandosi a qualche porno gay su baffogay.
  • Desiderare una relazione sentimentale con un uomo, anche soltanto per curiosità.

Questi, ma anche mille altri atteggiamenti potrebbero essere indicativi del proprio orientamento gay.
Ma non finiremo mai di ripeterlo. Nessun blog o questionario sarà mai in grado di dirci cosa siamo e cosa desideriamo. Queste risposte sono di esclusiva nostra competenza. Non avremo difficoltà a trovarle, a condizione di essere sinceri con noi stessi.

incontri online
incontri online