Bisessuali, perché attraggono così tanto?

incontri online
incontri online

bisex
La sessualità è variegata e aperta a tanti orizzonti, nonostante la società non sia così propensa ad accettare varie forme di amore, che vadano al di là della concezione classica di rapporto di coppia, formato da una donna e da un uomo. C’è chi si professa omosessuale, chi eterosessuale, ma anche chi afferma di non avere “preferenze” e di essere fermamente bisessuale.

I soggetti bisessuali traggono piacere sessuale e sentimenti di natura erotico-affettiva sia da rapporti ottenuti con persone dello stesso genere che con persone del sesso opposto. La bisessualità ha origini radicate nella storia e, tracce della stessa, possono essere ricercate in varie culture e civiltà.

Basti pensare al mondo greco, dove era esercitata secondo determinate regole e canoni. Nella tradizione giudaico-cristiana, invece, tali comportamenti sessuali erano totalmente condannati e considerati inaccettabili i rapporti sessuali tra persone dello stesso sesso.

Dopo un lungo processo di secolarizzazione e laicizzazione delle culture e delle forme statali, però, si è iniziato a sviluppare un movimento di opinione che considera la condotta bisessuale del tutto naturale, come quella omosessuale e eterosessuale.

Visto che la bisessualità è così diffusa oggi, ci si può chiedere: ma è una moda recente o si è protratta, nel corso dell’evoluzione, ed è sempre esistita? La bi-curiosity (così definita dagli americani) può essere definita una tendenza, che porta le persone ad essere attratte e, appunto, incuriosite da persone dello stesso genere. Perché, dunque, un uomo o una donna eterosessuali vengono attratti da queste persone che riescono ad amare e a fare sesso con entrambi i sessi?

Una donna o un uomo possono, ad esempio, avvicinarsi al mondo della bisessualità perché magari incuriositi dal modo di essere, porsi, di parlare di un altro soggetto dello stesso sesso e non e intrattenere anche più rapporti intimi con diverse persone non necessariamente appartenenti allo stesso gender.

Sin dall’adolescenza, però, c’è una differenza: le donne tendono a stare molto tempo insieme, a comprendersi, ad esprimere l’affetto con coccole, baci e tenerezza, a differenza degli uomini che, invece, scelgono, più che altro, il piacere di fare le cose insieme, senza troppe smancerie.

Da un lato, dunque, le donne vengono affascinate dalle amiche, perché condividono anche le prime cotte, il rossetto e i vestiti e, pertanto, anche lavarsi davanti a una compagna può far scattare dei meccanismi di curiosità verso lo stesso sesso e a lasciarsi andare a coccole e sfioramenti intimi, fino poi ad arrivare, nelle persone più decise della loro bipolarità sessuale, al rapporto sessuale completo.

Anche negli uomini, comunque, il processo può essere simile: se non si condividono vestiti, scarpe e make-up, in questo caso, però, gli uomini condividono momenti di amicizia in campo sportivo, ad esempio: classico esempio è quello di lavarsi in docce comuni ed osservare le parti genitali dei compagni che, oltre a creare i classici imbarazzi e gli scherzi tra ragazzi, in termini di centimetri e lunghezze, può far scattare delle attrazioni sessuali e desideri che non mettono necessariamente in discussione la propria sessualità, quella palesata nella vita di tutti i giorni.

Non solo: il soggetto bisessuale risulta essere più aperto ad esperienze stimolanti, eccitanti e anche di gruppo. In tal senso, si possono interlacciare anche relazioni a tre o a quattro, in quanto al di là della gelosia e del concetto standard di coppia e di amore, ciò che conta è quello di condividere il sesso e l’intimità senza paletti o limiti. Ciò che è importante è esprimere la propria sessualità con persone che non hanno freni mentali e pregiudizi.

incontri online
incontri online