Sesso zen, come regalare alla donna un orgasmo intenso

incontri online
incontri online

orgasmo zen
Fare l’amore con una persona richiede attrazione fisica, ma sopratutto mentale per la filosofia Zen, che percepisce la carnalità dell’atto non come finalità ultima attraverso la quale raggiungere il piacere fisico, ma come strumenti per elevare innanzitutto il proprio spirito verso la scoperta del proprio corpo e del corpo del partner.

L’armonia, la fusione e l’unione di due corpi che bramano di diventare tutt’uno sono alla base di un rapporto intimo sano e ricco di piacere: ci sono dei modi mediante i quali è possibile regalare alla donna degli orgasmi intensi e indimenticabili.

Per fare ciò, bisogna conoscere il corpo della propria donna e saperlo esplorare con delicatezza, senza affrettarsi per raggiungere il proprio orgasmo personale. Bisogna, in un certo qual modo, mettersi un attimo da parte per donare alla propria compagna le attenzioni che merita e permetterle, così, di assaporare un momento unico e ricco di piacevolezza.

È chiaro, quindi, che bisogna conoscere i movimenti da compiere per stimolare al meglio il famoso punto G, tanto chiacchierato dagli studiosi della materia. Il luogo del corpo femminile, quasi mitico, che funge da porta dell’iperspazio della goduria.

Pensate che l’esplorazione di questa delicata e sensibile parte femminile è partita dalle isole dell’Oceania, dove le persone un tempo vivevano in maniera più sana e gioiosa. In molti, infatti, praticavano ciò che viene definito il “coito oceanico”, ossia quel movimento che consiste nell’infilare solo la punta del pene nella vagina, tenendolo con la mano per poi muoverlo come un cucchiaio che affonda in una tazza. In questo modo, si andava a toccare proprio il punto G.

Come sapete, è difficile trovare il punto G in una donna. Non scoraggiatevi: la vostra partner, infilando le dita nella propria vagina, può aiutarvi a individuarlo, perché lei stessa sentirà un piacere notevole praticando un po’ di sana masturbazione ai fini dell’esplorazione di questa zona fisica capace di dare un piacere intenso.

L’uomo, infatti, non deve avere paura di chiedere alla donna come le piace essere toccata, anche perché ogni donna avvertirà il piacere in modo singolare e personale. Alcune donne, infatti, preferiscono un tocco più forte ed energico, altre, invece, una stimolazione più delicata e lieve, perché una penetrazione, seppur con le mani, troppo forzata può provocare anche del dolore.

L’orgasmo è unico, cambia sostanzialmente il modo in cui viene raggiunto. Molti, infatti, parlano di due tipi di orgasmo: quello clitorideo e quello vaginale. In realtà, tutto sta nel modo in cui viene stimolata una donna. La filosofia Zen non opta per un sesso affrettato che punti univocamente all’orgasmo: quest’ultimo, infatti, può essere raggiunto entrando in contatto intimo con la donna, che deve sentirsi amata, desiderata e circondata da attenzioni, anche durante la masturbazione e la penetrazione effettuate dall’uomo durante il rapporto sessuale.

L’orgasmo non è nient’altro che un riflesso: quando l’eccitazione e il piacere arrivano a un punto massimo, i muscoli della vagina si contraggono in risposta alla stimolazione genitale e, in particolare, de clitoride che, abbinata a una stimolazione prettamente psichica e mentale, possono condurre la donna sulla strada del piacere intenso.

In tal senso, la partner può arrivare anche a provare un orgasmo multiplo durante il sesso: ciò avviene, però, se la donna si trova in condizioni di grande eccitazione e elevato coinvolgimento fisico ed emotivo. Alcune, però, non riescono a raggiungere nemmeno un singolo orgasmo.

Il sesso tantrico può dare una mano sia all’uomo che alla donna a raggiungere picchi di piacere elevati e di arrivare insieme all’orgasmo. Esso, infatti, è finalizzato alla scoperta dell’intimità, attraverso il gioco, l’abbandono alle carezze, imparare a conoscersi, abbandonando preconcetti e ansie.

incontri online
incontri online