Più partner di letto migliorano la salute dei figli

incontri online
incontri online

Sesso a treCome saprete, nelle società occidentali la poligamia non è concessa. Il matrimonio deve unire due persone e un “terzo incomodo” di certo non può essere considerato un compagno a tutti gli effetti come, ad esempio, accade in numerosi paesi arabi, dove la concezione di harem è del tutto normale. Secondo un recente studio, però, la monogamia non farebbe bene alla vita familiare e, in particolare, ai figli che nascono dall’unione dei due coniugi.

Secondo uno studio condotto da quattro università americane, sarebbe emerso che avere più partner di letto, migliorerebbe la “qualità” della salute dei figli. La prole, dunque, beneficerebbe di eventuali ménage à trois (o più ménage, ovvio) fra genitori e soggetti esterni alla coppia. Gli scienziati sono giunti a questa conclusione, partendo da uno studio che, ai nostri occhi, potrebbe apparire decisamente strambo: essi, infatti, hanno analizzato un antenato del pollo, scoprendo che l’accoppiamento con maschi diversi può aiutare le femmine ad avere bambini più sani.

I risultati ottenuti, secondo quanto afferma un ricercatore della University of East Anglia, potrebbero essere applicati anche ad altri animali, uomo compreso. “La nostra ricerca – ha detto il professor David S Richardson – ha dimostrato che le donne non hanno bisogno di scegliere un maschio per produrre una prole più sana”.

incontri online
incontri online